Impatto ambientale

La tecnologia ISOTHERM Pwr® Flameless Oxy-combustion sviluppata da ITEA rappresenta un importante passo in avanti verso gli obiettivi “zero emissioni” ed “energia pulita” nei processi di combustione: questo salto qualitativo può essere sintetizzato nei seguenti quattro punti:

  • contaminanti nelle emissioni gassose vicini allo zero e, per i componenti più significativi nel campo sanitario, di qualche ordine di grandezza inferiori rispetto alle vigenti norme europee;
  • ceneri incombustibili a struttura vetrosa, totalmente inerti, senza presenza di carbonio, utilizzabili per scopi industriali;
  • a parità di scala, dimensioni molto più contenute rispetto a quelle degli impianti tradizionali;
  • possibilità di utilizzo dei fumi, che sono costituiti essenzialmente da anidride carbonica (CO2), con conseguente eliminazione della ciminiera. Per le applicazioni di piccola scala la CO2 può essere utilizzata per scopi industriali, mentre per quelle di dimensioni maggiori la CO2 può essere utilizzata per applicazioni EOR (Enhanced Oil Recovery) o CCS (Carbon Capture & Sequestration).

Ciò che è importante sottolineare è che l’estrema pulizia dei fumi non deriva da complessi procedimenti di pulizia e filtraggio (come nelle tecnologie tradizionali), ma dal vero e proprio processo di combustione, che è in grado di ossidare in maniera molto più efficace il combustibile evitando la creazione dei contaminanti.